Mi pare strano un tramonto bianco,

come una pagina tutta da inventare,

mentre ripenso ai tranelli della vita

che l’uomo ha purtroppo da incontrare.

Pare una tela tutta da osservare,

ma senza batticuore,

pur se lo scorrere implacabile

mi riapre ancor la porta dei ricordi.

Stride su cardini da tempo arrugginiti

perché gli manca l’olio di speranza,

ma nel segreto celo un ripostiglio

la cui fiammella ha un tremito di vita.

Mi pare irraggiungibile al mio soffio lieve,

ma la speranza ancora mi precede,

ed afferro l’ampolla tutta d’oro

che lascia in me la forza come dono.

E si apre uno scenario sconosciuto,

e la mia Anima ritrova quel ristoro,

coltre di stelle

a riscaldarmi il cuore.

Fluttuano ali bianche nella sera,

la mia Anima si apre alla preghiera.

Sono gli amici che mi hanno preceduta,

pur se l’Amore ha un cifrario muto!

Antonietta Germana Boero

Annunci