Sfogliasti la mia mano

con accurato impegno,

e senza osar parola

incontrasti i miei occhi,

ed io compresi.

La tristezza accompagnò il tuo tempo,

gli stenti il mio destino.

Leggila adesso,

dopo anni di silenzi,

e sfiorami il palmo

con la punta delle dita.

Scava

nei solchi profanati,

penetra con forza

negli intrecci limitati,

approfondisci,

i palpabili segni

di un deserto levigato,

e dimmi,

senza guardarmi in viso,

se sarà alba,

o il rosso di un tramonto.

Marco Bartiromo

 

314tpxu

Annunci