Tempo, perduto tempo

Piazza Navona come altri cento

Giorni di vento, vento e fontane

Segnano il tempo con le campane.

Tempo, da noi sconfitto

L’ultimo raggio da un cielo fitto

Castigo nero, puntuale

Piove sopra a un ospedale

E dolcemente sulla via, Tempo!

Mondo di sogno

Mezze creature superumane

Sento chitarre gatti-suonare

E lancinanti come zanzare,

Tempo, sembra leggero

Poi d’improvviso tutto è importante

Ogni dettaglio significante

Può divenire significato.

E ora non c’è patria e non c’è dio

Ma ci sei tu ci sono io

E tutto il resto sembra càos, sembra niente

Tempo! Lascia passare!

Questo tempo che forse stanotte ci fa cantare.

Tempo: basta parlare!

Solo ascoltare quello che hai dentro

E prima che il fuoco del tutto sia spento

Trova una strada e battila in fondo.

Tempo ci lascia muti

Ad osservare i nostri errori

Tempo… Fermare il tempo

Sarebbe a dire: l’Eternità.

E ora non c’è patria e non c’è dio

Ma ci sei tu ci sono io.

E tutto il resto sembra càos, sembra niente

Tempo! Lascia passare!

Questo tempo che forse stanotte ci fa cantare.

Sergio Cammariere

Annunci