Il tono vitale

di un ritmo delicato

è un soffio di purezza

per un’alba illuminata.

Note di colore

sul viso materno

proiettano riflessi

sulla tela illibata.

Tracciano il fato

con chiare intonazioni,

l’azzurro dell’infanzia

e il rosa dell’amore,

e ricamano sorti

con pagine buie,

nel giallo che delude

e il nero del dolore.

Questa è la vita

tra suoni e colori,

sul quadro sorretto

da musica celeste,

tra l’uscio socchiuso

di un arco infinito,

tra un raggio di sole

e il rosso del tramonto.

 

Marco Bartiromo

 

 

d1

Advertisements