Vivere non è fermarsi e aspettare, guardare e non toccare, pensare e non parlare, amare e non godere; vivere è una condizione di attenzione e libertà di scelta. Ognuno di noi è libero di muoversi e agire come meglio crede, ma in questo suo fare tende sempre a valutare le azioni in modo egoistico, cercando di farle ricadere sempre a proprio favore.

L’uomo nel suo percorso evolutivo si è sempre dedicato alla ricerca della felicità, come fine ultimo della propria esistenza. Si è prodigato e continuerà a farlo, mirando al raggiungimento del bene. Supererà gli ostacoli più ardui che si presenteranno durante il cammino, cercando di difendere la propria incolumità dalle avversità della vita. Attraverserà realtà inesplorate e piani infiniti, lottando tenacemente con qualsiasi arma, fino alla fine dei suoi giorni. Non è pensabile che in questo viaggio, l’uomo non possa cadere nel male e a quel punto dovrà combattere solo contro il proprio istinto, ma non sempre gli sarà data la possibilità di dominarlo, intaccando irreparabilmente la propria coscienza.

Support independent publishing: Buy this book on Lulu.

Advertisements