nascita

 

 

Se potessi fermare il tempo

dominando l’infinito,

in un punto esatto

dello spazio precorrente,

non porrei dubbi

alla scelta designata,

proporrei l’istante

che ha segnato la mia quiete,

che ha scolpito un segno

sulla pietra del mio cuore.

Arginerei i confini

per non perdere la traccia,

respirerei l’essenza

privandomi dell’ansia,

senza il sospetto che svanisca

e torni l’angoscia,

quella che mi assale

guardando le mie braccia,

che cingono il pensiero

di abbracciarti quanto prima.

 

 

Marco Bartiromo

 

 

papa e figlia

Advertisements