Ho spruzzato del tuo nome

ogni angolo pulito,

con lo smalto rosso fuoco

che ho sottratto dal mio cuore,

durevole nel tempo,

indenne a corrosione,

un marchio permanente

scagliato nel futuro.

Aspiro la tua aria

dal filtro consumato,

un fiume di tabacco

di foglie colorate,

per stendere quel velo

con l’aria del mio corpo,

cacciare via quel fumo

per anni mescolato,

semplici graffiti

che mai vedranno fine,

sul muro solitario

che scoprirà il tuo viso,

e scoppierà di gioia

vedendo il tuo sorriso.

Vagando come un matto

in cerca dei tuoi occhi,

colorerò le strade

di suole consumate,

che lasciano le orme

impresse nel selciato,

di un lupo che ha varcato

il bosco dell’inganno,

e non si fermerà

se non ti avrà trovato.

 

Marco Bartiromo

 

Annunci