Luonghe, arricciate e nire stì capille,

nù ricciulillo ‘nfronte cà sbarea,

annascunnenno l’uocchie tuoie

cà sò faville.

 

Doje perle luccicante.

cà si e guarde

me lasciano allibito,

‘mpressionato.

 

Vulessa addiventà nù raggio e sole

p’accarezzà stà pella vellutata,

pe m’estasià, annanze a stù surris’,

ca sulo a vocca toia, me pò dà.

 

Lunghi, ricci e neri, i tuoi capelli,

un ricciolo che gioca sulla fronte,

nascondendo gli occhi tuoi

che sono faville.

 

Due perle luccicanti,

che quando le guardo

mi lasciano allibito,

impressionato.

 

Vorrei essere un raggio di sole,

per accarezzare la tua pelle vellutata,

per estasiarmi davanti al tuo sorriso,

che solo la tua bocca mi può dare.

 

Marco Bartiromo

 

 

Advertisements